MANAGEMENT

NEWS

CAMBIAMENTI CLIMATICI E INDUSTRIA: CONVEGNO NELL’AMBITO DEL PROGETTO IRIS

Un convegno si propone di esaminare il rapporto tra “Cambiamenti climatici e industria”. La giornata di studio è prevista per martedì 11 aprile  presso il birrificio Angelo Poretti, sito produttivo di Carlsberg Italia, a Induno Olona (VA), nell’ambito del  progetto LIFE IRIS (Improve Resilience of Industry Sector) che mira a supportare le aziende nel migliorare la propria resilienza al cambiamento climatico tramite l’individuazione di misure di adattamento.

Perché le imprese dovrebbero occuparsi di cambiamenti climatici? Prima di tutto perché anche le imprese sono responsabili dei cambiamenti climatici e possono giocare un ruolo fondamentale in termini di riduzione delle emissioni. D’altro canto, gli eventi climatici, quali ad esempio la siccità e le precipitazioni estreme, possono avere molteplici impatti sulle imprese, in termini di danni agli impianti, interruzione dell’attività produttiva, danni alla reputazione, impatti sul benessere e la sicurezza dei lavoratori e così via. Perciò per far fornte a tali rischi climatici è necessario  definire e implementare piani di adattamento. In tal modo, da una parte le imprese possono evitare o limitare i danni e dall’altra mobilitare la società e le istituzioni ad adottare altrettante misure di adattamento agli impatti fisici dei cambiamenti climatici e condividere risorse e conoscenze. Inoltre l’adattamento delle imprese può apportare benefici reali alle comunità locali e agli ecosistemi da cui dipendono.

In quest’ottica di condivisione, durante il convegno saranno presentati i piani di adattamento definiti dai partner aziendali di progetto della filiera della birra e delle aree industriali (Carlsberg Italia, SIPRO e CAP) e il Piano nazionale di adattamento del Ministero dell’Ambiente e  della Tutela del Territorio e del Mare.

Sarà presentato anche il portale web, sviluppato da Terraria, a supporto delle aziende che vorranno iniziare un’analisi del proprio rischio climatico sulla base della metodologia sviluppata dai ricercatori dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna. L’analisi di rischio relativo ai cambiamenti climatici è la base conoscitiva necessaria per identificare le vulnerabilità e le opportunità dei soggetti coinvolti e le corrispondenti aree di intervento per far fronte agli impatti fisici dei cambiamenti climatici.

Per i dettagli scarica il programma