ROME CUP, DAL 16 AL 18 APRILE L'ECCELLENZA DELLA ROBOTICA SI METTE IN MOSTRA: DIMOSTRAZIONI E SEMINARI CON LA PARTECIPAZIONE DEI RICERCATORI DELL’ISTITUTO DI BIOROBOTICA DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA

Se volete scoprire gli sviluppi della robotica e le sue prospettive future, la RomeCup è senza dubbio uno degli appuntamenti più importanti dell’anno. Anche per la dodicesima edizione, che si svolge a Roma tra il 16 e il 18 aprile al Campus Biomedico e al Campidoglio (qui il programma organizzato da Fondazione Mondo Digitale), centrale è il ruolo dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna che, oltre a essere uno dei partner dell’evento, partecipa a tre iniziative: il convegno internazionale “Il futuro della Biorobotica: imitare la natura per il progresso della scienza e della tecnologia nell’automazione”, in programma lunedì 16 aprile 2018 alle ore 10.30 presso l’Aula Magna Trapezio del Campus BioMedico, con l’intervento di Maria Chiara Carrozza; il talk di orientamento universitario “Mani artificiali e interfacce uomo-macchina” di Francesco Clemente, uno dei ricercatori della mano artificiale che parla delle sfide presenti e future delle protesi di mano; e lo stand presente nell’area espositiva con alcuni prototipi legati agli ultimi progetti di ricerca che hanno coinvolto l’Istituto.

Il tema di questa edizione della ROME Cup è “Robotica e scienza della vita nell’ecosistema dell’innovazione”: come ogni anno l’obiettivo è mettere in contatto università e centri di ricerca con scuole, aziende, istituzioni e persone comuni: insomma, un confronto con tutto il tessuto sociale per un’esperienza immersiva che comprende laboratori, incontri con i ricercatori, gare di robotica per i ragazzi, seminari, mostre e convegni.

La robotica si apre quindi a tutti, per mostrare non solo il suo lato umano, ma anche le possibili interazioni con il mondo industriale. In tal senso una delle iniziative più interessanti è senza dubbio quella degli stand espositivi che saranno aperti al pubblico il 16 e il 17 aprile al Campus BioMedico. L’Istituto sarà presente con i seguenti prototipi: la mano robotica capace di riprodurre i movimenti di una mano naturale e di fornire un ritorno sensoriale, un prototipo di dito robotico con integrazione di sensori tattili biomimetici, alcune capsule endoscopiche sviluppate all’interno del progetto europeo Endoo, organi artificiali per l’incontinenza, frontiera di ricerca che nasce da un accordo di collaborazione tra l’Istituto e Inail che ha dato il via alla nascita del laboratorio congiunto REPAIR Lab.

Programma ROME Cup
03.04.2018

Photogallery:

Leggi anche:

RICONOSCIMENTI INTERNAZIONALI: ALLIEVA DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA PREMIATA ALLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI MOSCA PER UN PROGETTO SULL’EPIGENETICA DELLA VITE

Dei vent’anni ancora da compiere, Elena Del Pup possiede soprattutto l’entusiasmo e la motivazione: doti imprescindibili per chi, come lei,...

MASTER “VINI ITALIANI E MERCATI MONDIALI”, A PISA PER LA PRIMA VOLTA LE ECCELLENZE VITIVINICOLE INCONTRANO IL MONDO ACCADEMICO PER UN VIAGGIO IN 13 TAPPE

Un itinerario alla scoperta di alcune delle eccellenze che fanno grande il settore vitivinicolo italiano, per conoscere le loro storie aziendali,...