TEATRO E REALTA’ VIRTUALE: LAB PERCRO E ACCADEMIA DI FIRENZE PRESENTANO “ROMEO E GIULIETTA” DI SHAKESPEARE IN UN AMBIENTE IMMERSIVO. TUTTE LE PARTICOLARITA’ DI UNA RAPPRESENTAZIONE UNICA, CON UN SOLO SPETTATORE PER VOLTA

Uno spettacolo teatrale “su misura”, personalizzato, dove gli attori rievocano le vicende della storia d’amore tra Romeo e Giulietta narrate da William Shakespeare, per un solo spettatore alla volta, che sarà condotto nella Verona del XIV secolo grazie alle tecnologie di realtà immersiva (virtuale) sviluppate al Laboratorio di robotica percettiva dell’Istituto di tecnologie della comunicazione, informazione e della percezione della Scuola Superiore Sant’Anna e alla collaborazione, sempre più salda, con l’Accademia Teatrale di Firenze. Grazie a questa partnership arriva la messa in scena, con attori reali ma scenografie virtuali, di una riduzione della tragedia del grande drammaturgo inglese.

Quella di mercoledì 5 aprile a Pisa (ore 11.00, presso il Laboratorio di Robotica Percettiva della Scuola Superiore Sant’Anna, via Luigi Alamanni 16, Ghezzano di San Giuliano Terme) sarà una rappresentazione inedita dell’opera shakespeariana sulla storia d’amore per eccellenza. Ricerca avanzata, tecnologie immersive, che permettono di un viaggio (virtuale) a ritroso nel tempo, e performance teatrali si fondono nell’insolita messa in scena di Romeo e Giulietta, ospitata – per le sue “spettacolari” peculiarità – non in un teatro, ma in un laboratorio di ricerca.

Con l’ausilio degli ambienti di un “teatro virtuale”, l’X-Cave del Laboratorio di robotica percettiva dell’Istituto di tecnologie della comunicazione, informazione e della percezione della Scuola Superiore Sant’Anna, gli attori dell’Accademia Teatrale di Firenze, presenteranno il loro Romeo e Giulietta in una performance immersiva, ideata dal regista Piero Bartolini e da Massimo Bergamasco, direttore dell’Istituto di Tecnologie della comunicazione, informazione e della percezione del Sant’Anna, per rivivere sentimenti e tragicità dell’amore narrato da William Shakespeare. Con l’ulteriore peculiarità della rappresentazione personalizzata: gli attori Beatrice Ceccherini, Lorenzo Rettori, Lorenzo Pesce, reciteranno per un solo spettatore, replicando lo spettacolo fino a un massimo di 5 volte, per altrettanti spettatori, facendo loro vivere un’esperienza e – soprattutto – permettendo loro di assistere a uno spettacolo unico. Tra una rappresentazione e l’altra sono previsti intermezzi musicali dell’artista giapponese Marina Tanaka.

Romeo e Giulietta è una tragedia di William Shakespeare composta tra il 1594 e il 1596 ed è tra le più famose e rappresentate di sempre e, per la prima volta, la tragedia potrà essere recitata in ambiente virtuale immersivo grazie alle tecnologie realizzate dal Laboratorio di Robotica Percettiva dell’Istituto TeCIP  della Scuola Superiore Sant’Anna, diretto dal Massimo Bergamasco, con il supporto del team di ricercatori, in particolare Marcello Carrozzino e Chiara Evangelista.

“Questi strumenti innovativi – spiegano Marcello Carrozzino e Chiara Evangelista, che hanno seguito la fase di allestimento – offrono potenzialità anche per le performance teatrali. Attraverso una completa immersione sensoriale negli ambienti scenici circostanti, permettono all'attore di vivere esperienze reali all'interno di mondi drammatici e fantastici nei quali si può liberamente interagire con gli elementi presenti, modificando e moltiplicando gli spazi della memoria, della fantasia e delle ambientazioni delle commedie e dei drammi”.

Leggi anche:

Ranking delle migliori giovani università: la Scuola Superiore Sant’Anna guadagna posizioni nella top ten mondiale diffusa dalla rivista inglese Times Higher Education

I ranking delle università continuano a certificare il successo della Scuola Superiore Sant’Anna. La nuova affermazione arriva dalla rivista...

BioRobotica: si svela il legame tra cervello e senso del tatto, per interpretare gli stimoli sensoriali. Su Scientific Reports lo studio della Scuola Superiore Sant’Anna e della Lund University

Diventa sempre più chiaro il rapporto fra cervello ed elaborazione degli stimoli tattili, che contribuiscono a comprendere e decodificare il...

CENTRAL EUROPEAN UNIVERSITY A RISCHIO CHIUSURA, DALLA SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA SOLIDARIETA’ E VICINANZA: EMENDAMENTO DA RITIRARE, PERICOLO PER LIBERTA’ ACCADEMICA

La Scuola Superiore Sant’Anna esprime forte preoccupazione per l’emendamento alla normativa universitaria approvato dal parlamento ungherese,...