AGRICOLTURA, PIU’ QUALITA’ E SICUREZZA DELLE PRODUZIONI, MENO INQUINAMENTO: INIZIA “FERTIBIO”, PER PRODURRE BIOFERTILIZZANTI IN TOSCANA. IL CALENDARIO DEI PRIMI INCONTRI PER PRESENTARE IL PROGETTO

Sviluppare e validare fertilizzanti biologici innovativi, a partire da microorganismi e biomateriali, per la coltivazione di specie erbacee, ortive e foraggere, anche per contribuire alla riduzione dell’uso di fertilizzanti chimici e dell’inquinamento ambientale, è l’obiettivo del gruppo operativo FERTIBIO, finanziato dalla Misura 16.1 del Piano di Sviluppo Regionale 2014-2020 della Regione Toscana e che vede coinvolto l’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna.  

Il progetto, promosso dall’azienda agricola Luchino Grappi di Pienza (Siena), coinvolge in questa prima fase altre due aziende agricole: Giovanni Floriddia di Peccioli (Pisa) e Agricola Diaccialone della provincia di Grosseto, con un ruolo di primo piano per l’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna, l’Istituto Italiano di Tecnologia, la Confederazione italiana degli agricoltori Toscana. Gli obiettivi del progetto sono la riduzione dell’utilizzo di fertilizzanti chimici, con evidenti benefici per l'inquinamento ambientale, ilmantenimento della la produttività delle colture, il miglioramento della qualità e la sicurezza delle produzioni toscane e la fertilità del suolo.

Grazie al contributo di tutti i soggetti, sarà ottimizzato il processo produttivo dei fertilizzanti biologici, così da favorirne la diffusione su larga scala; saranno progettati nuovi impianti di produzione dei fertilizzanti biologici; saranno messe a punto nuove formulazioni costituite da consorzi di microorganismi, per assicurare il rilascio graduale e sincronizzato dei fertilizzanti biologici, in linea con le esigenze delle colture.

Durante la prima fase del progetto, che avrà una durata di sei mesi, i ricercatori e i rappresentanti delle aziende agricole, delle istituzioni e delle associazioni di categoria saranno impegnati a coinvolgere nuove aziende agricole, a costituire formalmente il gruppo operativo e a elaborare il progetto operativo, per arrivare alla concreta applicazione delle innovazioni destinate a essere sviluppate.

Per approfondire con gli agricoltori il tema dell’utilizzo dei biofertilizzanti, sono stati programmati due incontrivenerdì 21 luglio2017 alle ore 16,30 presso l’azienda agricola Grappi Luchino - Mulino Val D’Orcia - Podere Lamone 65, Pienza (Siena); giovedì 7 settembre 2017 alle ore 16,30 presso l’azienda agricola biologica Giovanni Floriddia – Via della bonifica, 160- Loc. Cedri – Peccioli (Pisa).

Negli allegati: la brochure di presentazione del progetto e la locandina da usare come memo per gli incontri.

In copertina: infografica sullo schema del processo di produzione delle capsule biofertilizzanti.

Locandina
21.07.2017

Brochure
21.07.2017