Merito e mobilità sociale: inizia il percorso di selezione per essere ammessi come allieve e allievi al Sant’Anna. Prima fase online con il test TOLC@casa e seconda a Pisa, in presenza. Possibile il rimborso delle spese di viaggio

A Pisa la Scuola Superiore Sant’Anna, ateneo pubblico a ordinamento speciale, avvia la selezione per concorso nazionale per offrire a 50 studenti e studentesse capaci e meritevoli la possibilità di formarsi in maniera gratuita nell’università che le classifiche internazionali collocano ai primi posti per citazioni dei docenti e tra le prime 10 al mondo, in riferimento a quelle fondate da meno di 50 anni. Sono state predisposte misure straordinarie in modo che la preselezione possa avvenire anche con una fase iniziale online, tramite il test TOLC@casa, da martedì 19 maggio, seguita da prove scritte e orali che si svolgeranno a Pisa in presenza.

Come prima fase, i candidati e le candidate dovranno iscriversi al test erogato dal Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso (CISIA) TOLC@casa. In base ai risultati di questa prima fase potranno essere ammessi alle prove scritte e, a seconda degli esiti di queste ultime, alle prove orali.

La selezione per entrare alla Scuola Superiore Sant’Anna e contestualmente acquisire lo status di studentessa o studente dell’Università di Pisa è una sfida unica nel suo genere in Italia, insieme a quella della Scuola Normale Superiore. Coloro che vincono il concorso potranno scegliere uno dei settori disciplinari offerti dalla Scuola Superiore Sant’Anna, che spaziano dalle scienze sperimentali (ingegneria, scienze agrarie e biotecnologie vegetali, medicina) alle scienze sociali (scienze politiche, economia e management, giurisprudenza).

A tutte le vincitrici e a tutti i vincitori del concorso saranno garantiti, senza alcuna spesa, il percorso formativo integrativo di eccellenza, l’alloggio nel campus della Scuola Superiore Sant’Anna, nel centro storico di Pisa, il vitto e servizi ad hoc, come la biblioteca aperta fino a sera.

La Scuola Superiore Sant’Anna conferma la particolare attenzione al merito e alla mobilità sociale, volano insostituibile per il rilancio del “Sistema Paese”. Anche per il 2020, la Scuola Superiore Sant’Anna interviene per sostenere le famiglie di coloro che parteciperanno alle prove concorsuali a Pisa, con un contributo alle spese di viaggio, erogato sulla base del reddito familiare.