Robotica avanzata e tecnologie abilitanti: in dirittura d’arrivo il partenariato pubblico-privato per la costituzione del Centro di Competenza ARTES 4.0 promosso dalla Scuola Superiore Sant’Anna

Si chiama ARTES 4.0 ed è l‘acronimo di Advanced Robotics and enabling digital Technologies & Systems 4.0. Ovvero un Centro di Competenza ad alta specializzazione che unisce le eccellenze pubbliche e private del nostro territorio e si occupa di progetti di ricerca applicata, di trasferimento tecnologico e di formazione sulla robotica avanzata e sulle tecnologie abilitanti.
È ormai in dirittura d’arrivo il progetto promosso dalla Scuola Superiore Sant’Anna in collaborazione con università, enti di ricerca, istituzioni e associazioni di categoria che punta a creare un partenariato pubblico-privato in grado di aderire e favorire un nuovo sviluppo tecnologico sulla scia del Piano nazionale Industria 4.0. Oltre duecento aziende e soggetti a partecipazione privata hanno fatto richiesta di far parte del Centro di Competenza, che si prefigge di diventare uno dei più grandi hub di trasferimento hi-tech in Italia.

“Un risultato estremamente significativo”, afferma Paolo Dario, professore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e coordinatore della proposta, “che testimonia il grande interesse delle aziende ad essere parte attiva nei nuovi processi di trasferimento tecnologico.”

La scelta del partenariato pubblico-privato di ARTES 4.0 si basa su un approccio inclusivo ma selettivo. Oltre alla Scuola Superiore Sant’Anna, le altre università e dipartimenti di eccellenza che vi hanno aderito sono: Scuola Normale Superiore, Università di Pisa, Università di Firenze, Università di Siena, Scuola IMT Alti Studi di Lucca, LENS (European Laboratory for Non-Linear Spectroscopy), Università Politecnica delle Marche, Università Campus Bio-Medico di Roma, Università di Sassari, Università degli Studi di Perugia, e le reti territoriali del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche)IIT (Istituto Italiano di Tecnologia), INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica).

“La sfida di ARTES 4.0 – prosegue Dario – è colmare non solo il gap tra ricerca e tessuto imprenditoriale, ma anche per creare un ponte reale tra imprese fornitrici di servizi qualificati e tecnologie avanzate, e imprese beneficiarie di soluzioni innovative adatte a soddisfare le sempre maggiori esigenze di competitività provenienti dai mercati globali”.

Leggi anche:

L’occhio della tecnologia sulla giustizia di Genova: un’intelligenza artificiale potrà prevedere la sentenza? Presentata la Convenzione tra Scuola Sant’Anna e Tribunale di Genova

Tribunale di Genova e Scuola Superiore Sant’Anna hanno firmato una convenzione che metterà a disposizione dell’ufficio giudiziario i...

Elezioni e Sicurezza, prosegue la cooperazione tra Italia e Libia grazie al nuovo progetto dell’Istituto DIRPOLIS (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Sant’Anna: inizia il Nuovo corso per 20 funzionari libici

La Scuola Superiore Sant’Anna si prepara a formare 20 funzionari libici in servizio in Libia, presso il Ministero dell’Interno, il Comitato...