Biorobotica

Progetti Inail

MOTU

L’obiettivo globale del progetto MOTU (Protesi robotica di arto inferiore con sMart sOcked ed inTerfaccia bidirezionale per ampUtati di arto inferiore) è di condurre attività di ricerca volte ad inventare, sviluppare e validare clinicamente un nuovo paradigma di protesi transfemorali robotizzate, modulari ed equipaggiate con giunti attivi, provviste di un’invasatura avanzata realizzata con materiali e tecniche di fabbricazione innovative, e controllata dal paziente mediante un’interfaccia bidirezionale in grado di decodificare l’intenzione motoria dell’amputato tenendo conto delle capacità motorie residue dell’utente e di fornire un ritorno sensoriale. MOTU permetterà inoltre di sviluppare nuovi sistemi di sensori indossabili per il rilevamento di informazioni cinematiche e elettromiografiche incorporati nella protesi robotizzata, nelle calzature, nell’invaso e negli indumenti dell’utente. 
L’intero sistema MOTU sarà sviluppato per garantire quattro differenti livelli di efficienza, ovvero l’efficienza fisica e cognitiva dell’amputato (lo sforzo fisico e mentale che tipicamente è legato al cammino in pazienti con amputazione dell’arto inferiore), l’efficienza in termini di comfort e accettabilità della protesi, e l’efficienza energetica della protesi, per garantire un utilizzo prolungato del dispositivo.  
L’obiettivo del sistema MOTU è quindi quello di ripristinare, almeno in parte, la mobilità dell’amputato transfemorale promuovendo i benefici derivanti da una maggiore attività fisica, sollevando la persona dalla condizione di disabilità dal punto di vista fisico e psicologico, con enormi vantaggi sia dal punto di vista della sua indipendenza e partecipazione sociale sia dal punto di vista economico per il sistema sanitario.
Questo progetto ha un forte sinergia con le attività di ricerca svolte nell’ambito del progetto europeo H2020 CYBERLEGs Plus Plus.

 

RESPONSABILi SCIENTIFICi:

Prof. Nicola Vitiello  
Ing. Andrea Davalli
Dot.ssa Simona Castellano