Biorobotica

ROBOT COMPANIONS FOR CITIZENS AREA

ROBOT COMPANIONS FOR CITIZENS AREA

Le nuove scoperte scientifiche e ingegneristiche sono necessarie per progettare sistemi artificiali complessi come i robot che, superando l’attuale paradigma sul quale si basa la tradizionale meccatronica, si ispirano al mondo naturale, punto di riferimento ricco e ineguagliabile per ispirare, concepire e progettare nuovi sistemi robotici.
Lo scopo dell'area di ricerca Robot Companions for Citizens è di sviluppare una nuova generazione di compagni-robot, basati su tecnologie di sostegno, che mirano a aiutare i cittadini di tutte le età, dai neonati agli anziani, in diversi ambiti (a casa, nelle fabbriche, a scuola, nei luoghi pubblici). La robotica quindi ha finalità sociale e diventa uno strumento per migliorare la qualità della vita.

La ricerca dell'area è supportata da una delle tre RIF del progetto ECHORD++, una Infrastruttura per lo sviluppo di soluzioni Robotiche Innovative che si trova presso l’Assistive Robotics Lab di Peccioli. La RIF dà la possibilità ad utenti di accedere a strumentazione all’avanguardia, sia hardware che software, e di testare le proprie soluzioni in ambienti reali e realistici. Possono essere viste come circuiti in cui sviluppare, testare e validare le proprie soluzioni innovative.

Gli ambiti di studio sono: Bioingegneria del neurosviluppo; Biorobotica marina; Implicazioni etiche, sociali e legali delle tecnologie robotiche; Robotica umanoide; Robotica educativa

 

Bioingegneria del neurosviluppo

Area di ricerca interdisciplinare tra le neuroscienze dello sviluppo e l’ingegneria biomedica, studia le basi del neurosviluppo dei bambini. L’obiettivo è quello di sviluppare nuovi strumenti e metodi per la diagnosi precoce e la terapia di alcune patologie dello sviluppo mediante strumenti biomeccatronici come dei giochi o culle sensorizzati. Questi strumenti possono rappresentare per i clinici nuovi interventi terapeutici affiancando ai metodi tradizionali degli strumenti che permettono una misura quantitativa dello sviluppo del bambino anche da remoto, direttamente dalle loro case.

 

Biorobotica marina

L’attività di ricerca di Biorobotica marina si sviluppa nel “Centro di ricerca sulle tecnologie del mare e sulla Biorobotica Marina” con sede a Livorno, ed è incentrata sulla progettazione e lo sviluppo di nuove tecnologie e sistemi robotici per l’applicazione marina. I principali ambiti sono: sistemi subacquei e in superficie; controllo di manipolatori subacquei e di sensori ambientali; robot acquatici; nuove frontiere della Robotica marina.

 

Implicazioni etiche, sociali e legali delle tecnologie robotiche

Area che si occupa delle implicazioni etiche nell’utilizzo della robotica in ambito di ricerca scientifica, dei problemi sociali, legali, economici e antropologici che possono derivare dall’applicazione dei robot nei vari settori della società. I principali argomenti di studio sono: la robotica e il lavoro; il mercato dei robot; lo stato legale dei robot; l’accettazione del ruolo sociale del robot.

 

Robotica umanoide

L’obiettivo primario è lo studio e l’implementazione robotica di modelli neuro-scientifici di coordinazione senso-motoria su piattaforme umanoide. I benefici sono soprattutto due: l’aumento dell’interazione della piattaforma robotica con il mondo reale e  la convalida del modello neuroscientifico attraverso un confronto tra il robot e le prestazioni del sistema biologico.

 

Robotica educativa

Sistema integrato che usa la robotica come strumento per migliorare la qualità dell’educazione tecnica e scientifica nelle scuole. La Robotica Educativa promuove percorsi nelle Scuole primarie, nelle Scuole Secondarie e dimostra come la robotica possa diventare un punto di riferimento nella sinergia tra vari settori della vita pubblica e sociale.

 

Responsabile scientifico:

Prof. Paolo Dario 
e-mail: paolo.dario@santannapisa.it
Tel.: 050-883401

 

Photogallery: