CENTRAL EUROPEAN UNIVERSITY A RISCHIO CHIUSURA, DALLA SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA SOLIDARIETA’ E VICINANZA: EMENDAMENTO DA RITIRARE, PERICOLO PER LIBERTA’ ACCADEMICA

La Scuola Superiore Sant’Anna esprime forte preoccupazione per l’emendamento alla normativa universitaria approvato dal parlamento ungherese, che costringerebbe la Central European University (CEU) di Budapest a chiudere.

Numerosi allievi ed ex allievi del Sant’Anna hanno avuto l’opportunità di conoscere la Central European University, uno dei centri di ricerca più importanti dell’Europa orientale, e alcuni tuttora vi insegnano e studiano. In particolare, Caterina Sganga, ex allieva ordinaria e perfezionanda di giurisprudenza, è ricercatrice presso la CEU dal 2012.

La Scuola Superiore Sant’Anna sottolinea come la collaborazione accademica sviluppata negli anni si sia rivelata molto importante per entrambe le istituzioni, ritenendo quindi che l’autonomia della CEU debba essere preservata e che ogni pretesto formale per far cessare le attività della CEU costituisca un rischio per la libertà accademica e che, in quanto tale, debba essere ritirato.

Foto: sede della Central European University

Leggi anche:

Orientamento per la scelta degli studi universitari: 100 talenti, scelti tra 2mila, a Pisa per il primo corso congiunto della federazione tra scuole universitarie superiori Normale, Sant’Anna, IUSS

Primo contatto con il mondo dell’università e della ricerca per 100 studenti provenienti da tutta Italia, che hanno appena concluso il quarto...

STORIE DI TALENTI: DUE EX ALLIEVI DEL SANT’ANNA CREANO FANTAPIX!, PIATTAFORMA ONLINE DAL 26 GIUGNO DOVE IL FANTACALCIO INCONTRA INSTAGRAM E GLI AVVERSARI SI SUPERANO A COLPI DI “LIKE”

Dall'incontro tra fantacalcio e Instagram nasce FantaPix!, piattaforma di gioco creata da due giovanissimi ex allievi della Scuola Superiore...