Inizio contenuto principale del sito

  • Health Science
  • Ateneo
  • Seminario

Orizzonti in Medicina e Biologia: studi su larga scala per aiutare a comprendere le malattie umane: dall’eziologia alla previsione del rischio

Data 26.01.2023 orario
Indirizzo

Piazza Martiri della Libertà, 33 , 56127 Italia

Back to Sant'Anna Magazine

Giovedì 26 gennaio, alle ore 18.00, presso l’Aula Magna della Scuola Superiore Sant’Anna, torna l’appuntamento con il corso multidisciplinare “Orizzonti in Medicina e Biologia” della Classe di Scienze Sperimentali e Applicate, giunto alla sua undicesima edizione. Anche per il 2023 si alternano sulla cattedra della Scuola Superiore Sant’Anna cinque scienziati di alto profilo, membri della Comunità scientifica internazionale, che stanno continuando a garantire un passo in avanti dell’umanità in ambito medico e biomedico. 

Il primo docente per un giorno delle allieve ordinarie e degli allievi ordinari di Medicina della Scuola Superiore Sant’Anna è Emanuele Di Angelantonio, docente di Epidemiologia Clinica presso il Dipartimento di Public Health and Primary Care dell’Università di Cambridge, direttore del “National Institute for Health and Care Research (NIHR) Blood and Transplant Research Unit (BTRU) in Donor Health and Behaviour” di Cambridge, e Responsabile della ricerca presso il Centro “Health Data Science” di Human Technopole a Milano. L’incontro didattico, dedicato all’uso dei Big Data al servizio della salute, è aperto anche agli Allievi perfezionandi dell’Area medica della Scuola Superiore Sant’Anna, al suo Collegio docenti e agli studenti, ricercatori e medici del Pisa Campus.

“Oggi l'assistenza sanitaria sta generando un'enorme quantità d’informazioni specifiche sul paziente contenute nelle cartelle cliniche elettroniche. In occasione di questo primo incontro parleremo dei metodi per rispondere alle seguenti domande: che cosa è successo al paziente? Cosa ne sarà del paziente? Quali sono gli effetti causali? La missione dello studio dei Big Data sulla salute è di produrre nuove conoscenze dai dati osservativi dei pazienti, consentendo un'assistenza sanitaria basata sull’evidenza. Il miglioramento dell'interoperabilità dei dati è un prerequisito per questa missione”, come commenta Vincenzo Lionetti, docente di Anestesiologia della Scuola Superiore Sant’Anna e responsabile del corso, nell'annunciare la prima lezione. 

 

È prevista la possibilità di seguire l’evento da remoto tramite questo link.

Maggiori informazioni nella locandina allegata.