La valutazione delle Aziende Ospedaliero-Universitarie del Network delle Regioni: sfide e opportunità di approfondimento illustrate dal Laboratorio MES dell’Istituto di Management della Scuola Sant’Anna

Il sistema di valutazione della performance dei sistemi sanitari regionali sviluppato dal Laboratorio Management e Sanità dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna prevede un approfondimento specifico dedicato alle Aziende Ospedaliero-Universitarie. Ad oggi il Network AOU coinvolge 23 Aziende Ospedaliero-Universitarie appartenenti alle 10 Regioni e 2 Province Autonome che adottano il sistema di valutazione della performance coordinato dal Laboratorio MeS, sotto la responsabilità scientifica della prof.ssa Sabina Nuti.

Mercoledì 20 febbraio, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze, si tiene un workshop di lavoro che coinvolge le Direzioni Aziendali, i rettori delle Università e i referenti regionali. Nella prima parte dell’incontro è prevista la condivisione degli ultimi risultati di performance disponibili, con un approfondimento sulla valutazione degli esiti con il metodo specifico sviluppato dall’Università degli Studi di Milano Bicocca.

A seguire si discute della valutazione della ricerca, una delle tre missioni, oltre a qualità delle cure e formazione, che le Aziende Ospedaliero-Universitarie sono chiamate a perseguire. Sono poi mostrate e discusse due metodologie per valutare l’attività di ricerca e il Direttore dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna, Andrea Piccaluga, illustrerà l’esperienza Netval sul trasferimento tecnologico dalla ricerca pubblica.

L’ultima parte della giornata è dedicata alla valutazione dei pazienti e dei dipendenti, mostrando le evidenze specifiche che derivano dalle indagini di clima organizzativo e di soddisfazione dell’utenza. L’evento si conclude con la testimonianza di Silvia Briani, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, sull’implementazione del sistema di rilevazione dell’esperienza dei pazienti.