LABORATORIO TECNOLOGICO MULTIDISCIPLINARE DI CINIGIANO (GROSSETO), INAUGURAZIONE IL 29 FEBBRAIO

Si avvicina l’inaugurazione del Laboratorio tecnologico multidisciplinare per aiutare le imprese che vogliono sviluppare progetti e competenze nel campo della meccanica di precisione, costruzioni meccaniche, utilizzo del laser, automazione, misura e analisi, con sede a Cinigiano (Grosseto), affidato alla società consortile Certema, insieme alla Scuola superiore Sant'Anna di Pisa che ha contribuito all'individuazione delle attrezzature più idonee, ne ha curato la complessa fase di acquisto e anche dopo l’apertura darà il suo contribuito nel supportare le attività di ricerca e di sperimentazione. A Cinigiano fervono gli ultimi preparativi in vista di lunedì 29 febbraio, giorno della cerimonia di inaugurazione, conm un programma particolarmente ricco, che si sta delineando in questi giorni.

E’ confermato il “taglio del nastro” per le ore 16.30 di lunedì 29 febbraio, con la partecipazione del presidente di Certema Fosco Tosti, del rettore della Scuola Superiore Sant’Anna Pierdomenico Perata, del delegato alla ricerca e ai rapporti con il territorio Cecilia Laschi, dell’assessore regionale toscano alle attività produttive Stefano Ciuoffo, del presidente della Provincia di Grosseto Emilio Bonifazi, del sindaco di Cinigiano Romina Sani.  Interviene Maria Chiara Carrozza che, quando ha ricoperto la carica di rettore della Scuola Superiore Sant’Anna, ha seguito l’avvio delle operazioni di quello che è oggi il Laboratorio tecnologico multidisciplinare.

Il laboratorio tecnologico multidisciplinare di Cinigiano, infrastruttura che potrà dare impulso all’innovazione per la provincia di Grosseto e per un territorio più ampio, fa leva su un finanziamento erogato da soggetti pubblici e privati che oscilla sui 10 milioni di euro.

Le imprese che promuovono il progetto sono sei: Tosti srl, con oltre 100 dipendenti si occupa di meccanica; Roggi srl, specializzata nella lavorazione della lamiera e del ferro; Opus spa, servizi industriali ad alta tecnologia; Kelly snc, impianti per la produzione di energia elettrica; Femto srl, società di ingegneria meccanica; Datapos srl, società di Firenze di consulenza e programmazione.

All'interno del laboratorio da 1.500 metri quadrati, suddiviso nelle cinque aree tematiche, sono altrettante le aree che saranno attive: laboratorio e sistemi per analisi ambientali e di processo in continuo, per l'esecuzione di thermal tests, la prototipazione optoelettronica e lo studio dei sistemi di human-machine interface, meccanica applicata e costruzioni meccaniche, tecnologia meccanica avanzata e infine laboratorio di microscopia elettronica a scansione e micro-analisi a ultra-alta risoluzione.