Sulla “via del torrone”: Dalla Sardegna alla Cina passando per Pisa, l'Istituto Confucio della Scuola Sant’Anna impegnato con il Comune di Tonara (Nuoro) nell'apertura di nuovi mercati per i prodotti sardi

Un accordo culturale e commerciale si sviluppa tra Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’AnnaGalileo Galilei Italian Institute a Chongqing e Comune di Tonara (Nuoro) per aprire in primo luogo una “via del Torrone”, prodotto principe della produzione alimentare del comune sardo. È infatti in preparazione il viaggio di una delegazione di Tonara che, con il sostegno dell'Istituto Confucio della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e del Galileo Galilei Italian Institute a Chongqing, visiterà le principali metropoli cinesi a novembre 2019, con la volontà di aprire nuovi mercati per il torrone e per altri prodotti sardi. A fare da apripista al viaggio sono le festività pasquali durante le quali si svolge a Tonara la “Sagra del torrone” e durante la quale l'Istituto Confucio di Pisa è chiamato a fare da protagonista.

In particolare il 22 aprile l'Istituto Confucio, che fa parte della rete degli Istituti Confucio promossa dal Ministero cinese dell'Istruzione in oltre 100 paesi del mondo, partecipa all'evento con il suo staff e con educatori cinesi per realizzare laboratori dedicati ad adulti e bambini: Nodi; Cerimonia del tè; Giochi cinesi; Ritagli di carta; Pittura e calligrafia; Performance di Kung-Fu Dance.

Nei giorni precedenti alla Pasqua, sono inoltre realizzati due incontri con gli studenti dell'Istituto Tecnico Chimico di Tonara, per avvicinarli alla lingua e alla cultura cinese. Sono previsti anche incontri istituzionali per valutare la possibilità di promuovere la lingua e la cultura cinese nelle scuole di Tonara e di altri istituti del nuorese. La promozione della lingua e della cultura cinese in Italia è la principale finalità dei 13 Istituti Confucio operativi nel nostro Paese. Sono organismi interuniversitari costituiti sulla base di accordi tra i più importanti atenei italiani e cinesi, nel caso pisano tra la Scuola SuperioreSant'Anna di Pisa e l'Università di Chongqing.

La direttrice di parte cinese dell’Istituto Confucio di Pisa, Huang Yunlin, ha dichiarato: “Per noi è un piacere partecipare ad uno degli eventi più importanti della Sardegna sperando che possa segnare l’inizio di una solida collaborazione”. Anche il direttore italiano dell’Istituto, Alberto Di Minin, ha sottolineato che “la partecipazione a questo evento in Sardegna rappresenta una grande occasione di incontro e di scambio culturale, siamo lieti di questo invito del Sindaco di Tonara. Da parte nostra c’è il massimo impegno a costruire le basi per ogni auspicabile sviluppo”.

Esprime soddisfazione il Sindaco di Tonara, Flavia Loche: “Invito tutte le autorità regionali e locali a presenziare alla Sagra e partecipare agli incontri istituzionali in programma. Spero si possano aprire importanti relazioni per promuovere l’export sardo - non solo per il nostro torrone - nel mercato cinese, per far conoscere la Sardegna in Cina e attrarre nuovo turismo internazionale soprattutto per le areemontane interne. Fondamentale per questi obiettivi, inserire nell’offerta formativa dei nostri istituti lo studio della lingua cinese. Farò il possibile per cominciare a farlo proprio da Tonara e dalla comunità montana della Barbagia, Gennargentu e Mandrolisai, per dare una prospettiva ai nostri ragazzi e combattere lo spopolamento delle nostre aree”.