• Slide 0

    Phd

    Medicina Traslazionale

Il Dottorato in Medicina Traslazionale si pone l’obiettivo di offrire una formazione teorica e pratica a laureati che, pur provenendo da studi in discipline fra loro diverse, sono fortemente motivati ad intraprendere una carriera di ricerca in ambito biomedico sperimentale e/o clinico. Particolare enfasi è posta sull’approccio multidisciplinare nell’area delle scienze cardiovascolari, con il fine ultimo di traslare i risultati della ricerca di laboratorio e clinica in nuove e più efficaci procedure diagnostiche e strategie terapeutiche. Una componente qualificante del curriculum è incentrata sulla ricerca di base ed applicata finalizzata allo sviluppo e validazione di nuovi farmaci, nutraceutici, nanovettori terapeutici e dispositivi medicali. A completamento del corso, il dottorando dovrebbe aver acquisito un alto livello di formazione e di competenza in metodologia di ricerca sperimentale e/o clinica, oltre ad eccellenti capacità di comunicazione scientifica scritta ed orale.

Il Dottorato si articola nei seguenti 2 curricula:

  • Biomedicina molecolare, fisiologia e fisiopatologia sperimentali e cliniche
  • Drug Discovery

La durata del corso è di tre anni. I dottorandi iniziano a lavorare al loro progetto di tesi già dal primo anno e nel contempo sono tenuti a frequentare corsi obbligatori in Comunicazione Scientifica, Inglese Scientifico, Biostatistica e Statistica Clinica, Metodologia di Laboratorio, ed a partecipare inoltre a Workshops e Journal Club, ottenendo così complessivamente 11 CFU distribuiti sui tre anni. Inoltre, i dottorandi sono incoraggiati a frequentare vari corsi elettivi, scegliendoli sulla base dei loro specifici interessi. Il Dottorato raggiunge il suo momento culminante nella prova di esame generale seguita dalla discussione della tesi.

Per la realizzazione dei loro progetti di ricerca, i dottorandi possono contare sul sostegno di un ambiente scientifico qualificato e fertile. Infatti, essi possono scegliere fra numerosi laboratori ed unità cliniche di ricerca disponibili su Pisa. Alcuni di questi fanno parte delle strutture di ricerca della Scuola Sant’Anna, mentre altri appartengono ad altre due Istituzioni formalmente coinvolte nel Dottorato, ovvero il Consiglio Nazionale delle Ricerche e la Fondazione Gabriele Monasterio. In alcuni casi, accordi formali ad hoc sono stipulati con laboratori ed unità cliniche dell’Università di Pisa, nonché con Istituzioni straniere. Infine, i dottorandi che seguono il curriculum in Drug Discovery possono completare parte o l’intero progetto di ricerca presso l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

Come contattarci:

Per ottenere maggiori informazioni, si prega di scrivere al seguente indirizzo:

info-phdlifesciences@sssup.it