Industry 4.0: Progettazione integrata di Macchine e Sistemi Complessi: all'Istituto TeCIP inizia progetto PROMAS con sostegno di Regione Toscana e coordinamento di General Electric Oil&Gas

Inizia un nuovo importante progetto per il centro di ricerca ICT-COISP dell’Istituto TeCIP della Scuola Superiore Sant’Anna, finanziato dalla Regione Toscana, con il titolo “Piattaforma Integrata Avanzata per la Progettazione di Macchine e Sistemi Complessi” (PROMAS). Il progetto prevede la creazione di una infrastruttura hardware e software integrata scalabile e incrementabile a supporto di una gestione integrata della progettazione di macchine e di sistemi complessi.

Questo progetto vede una collaborazione stretta fra il personale della Scuola Superiore Sant’Anna (in particolare i team dell’Ing. Valentina Colla e del Prof. Piero Castoldi) e il personale di GE Oil & Gas, coordinatore del progetto. Una infrastruttura di calcolo sperimentale ad alte prestazioni sarà acquistata e installata da GE Oil & Gas nella nuova sede del centro ICT-COISP, presso la sede dell’Istituto TeCIP, e i ricercatori della Scuola e di GE Oil & Gas lavoreranno fianco a fianco per realizzare una piattaforma innovativa di CAD e CAM in rete che permetta di ottimizzare il processo di progettazione integrando contributi di attori, interni ed esterni all’azienda stessa. Sono infatti partner del progetto anche due piccole e medie imprese ad alta tecnologia toscane (SIME e Roboris), che forniranno strumenti di supporto alla progettazione in termini di design e di simulazione dei processi di lavorazione.

Questo progetto si avvale di due importanti competenze scientifiche dell'Istituto TeCIP. L’area di ricerca guidata dell'Ing. Colla possiede una consolidata esperienza nell’ambito della analisi dati, dell’intelligenza artificiale e della ottimizzazione e da anni è partner di GE Oil & Gas e di importanti industrie di processo e manifatturiere per lo sviluppo di tecnologie e strumenti avanzati per la simulazione, il monitoraggio ed il controllo di processi e di macchinari complessi. In modo complementare, le competenze collegate all’area di ricerca del Prof. Castoldi saranno utilizzate per il controllo e la gestione coordinata delle risorse di rete e computazionali per ottimizzare le prestazioni. Il nucleo di calcolo ad alte prestazioni sarà anche predisposto per accogliere soluzioni di optical network-on-chip, nella prospettiva dell’introduzione della fotonica integrata nei Data Center di futura generazione.

Leggi anche:

Robotics Flagship: Scuola Superiore Sant’Anna e Istituto Italiano di Tecnologia hanno presentato all’Europa un programma per lo sviluppo sostenibile delle tecnologie robotiche del futuro

Un progetto che coinvolge una comunità scientifica di oltre 800 esperti in Italia e in tutta Europa, con il supporto di scienziati da Stati...

NUOVI RANKINGS DI SETTORE DIFFUSI DA TIMES HIGHER EDUCATION: LA SCUOLA SANT’ANNA TRA LE MIGLIORI 175 UNIVERSITA’ AL MONDO PER “LIFE SCIENCES” E LA PRIMA IN ITALIA

La Scuola Superiore Sant’Anna ottiene nuove affermazioni nei ranking internazionali, in quelli di carattere generale e in quelli settoriali,...

Acque reflue: salici e cannucce di palude riducono inquinanti organici e composti farmaceutici negli impianti di trattamento. Studio dell’Università di Pisa e dell’Istituto di Scienze della Vita del Sant’Anna

Dal mondo vegetale può arrivare un valido aiuto per ridurre la concentrazione di inquinanti organici e composti farmaceutici negli impianti di...