Lavoro agile e PA, nuove leggi e tecnologie innovative per organizzazione più smart e servizi migliori: lunedì 16 aprile in Normale seminario promosso dai Comitati Unici di Garanzia di Pisa

Il lavoro diventa agile anche nelle Pubbliche Amministrazioni: ai cambiamenti che interessano i dipendenti statali e, di riflesso, i cittadini è dedicato il seminario in programma lunedì 16 aprile alla Scuola Normale Superiore (inizio ore 15.00 in Sala Stemmi), promosso dal tavolo di coordinamento dei Comitati Unici di Garanzia della città di Pisa, a cui aderiscono Scuola Normale SuperioreScuola Superiore Sant’AnnaUniversità di PisaComune e Provincia di PisaAzienda Ospedaliera Universitaria Pisana. L’incontro di lunedì 16 aprile fa parte delle iniziative congiunte dei Comitati Unici di Garanzia, per diffondere la conoscenza del loro ruolo e dei loro compiti e, soprattutto, per fare “massa critica”, aumentando così la capacità di contribuire al sempre migliore funzionamento delle Pubbliche Amministrazioni.

Il tema del lavoro agile è al centro del dibattito sul futuro del lavoro, tanto nel settore pubblico come in quello privato, in un periodo caratterizzato da profonde trasformazioni – dovute anche all’impatto nelle nuove tecnologie - nella sua organizzazione e, per sua natura, si presta a diventare oggetto di riflessione per i Comitati Unici di Garanzia che pongono al centro della loro attività la lotta a ogni discriminazione e la conciliazione tra lavoro e vita. Il lavoro agile offre la possibilità di “dematerializzare” l’ufficio, permette al dipendente di organizzare la propria attività secondo schemi meno rigidi, tanto negli orari quanto nei luoghi: si tratta adesso di capire quanto questo modello possa essere adattato alla Pubblica Amministrazione, aumentando la qualità della vita dei dipendenti, cercando anche di capire quali siano i riferimenti normativi per la sua adozione, a quali ruoli e figure possa essere esteso e, soprattutto, quali benefici possa apportare all’efficienza e all’efficacia della stessa Pa.

Lunedì 16 aprile alla Scuola Superiore Sant’Anna su questi temi si confronteranno docenti universitari, rappresentanti del mondo istituzionale, delle imprese e degli enti locali, moderati da Francesca Torelli, Consigliera di Fiducia della Scuola Superiore Sant’Anna. Il programma prevede interventi di Maurizio Del Conte, presidente Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro,  Università Bocconi: “Lavoro agile nelle Pubbliche Amministrazioni - Inquadramento di contesto e profili applicativi”; Andrea Solimene, Smart Working & Digital Transformation Adviser - CEO Seedble: “Verso nuovi modelli di organizzazione del lavoro - Smart Working tra dubbi e certezze”; Elena Miglio, responsabile progetto smart working del Comune di Torino: “Esperienza di un ente locale - Traguardi, difficoltà, prospettive”; Monica Gussoni, direttora delle risorse umane all’Università Ca’ Foscari di Venezia: “Ca’ Foscari - dal Telelavoro smart allo smart working. Un buon inizio per un lungo percorso”.

Leggi anche:

Robotics Flagship: Scuola Superiore Sant’Anna e Istituto Italiano di Tecnologia hanno presentato all’Europa un programma per lo sviluppo sostenibile delle tecnologie robotiche del futuro

Un progetto che coinvolge una comunità scientifica di oltre 800 esperti in Italia e in tutta Europa, con il supporto di scienziati da Stati...

NUOVI RANKINGS DI SETTORE DIFFUSI DA TIMES HIGHER EDUCATION: LA SCUOLA SANT’ANNA TRA LE MIGLIORI 175 UNIVERSITA’ AL MONDO PER “LIFE SCIENCES” E LA PRIMA IN ITALIA

La Scuola Superiore Sant’Anna ottiene nuove affermazioni nei ranking internazionali, in quelli di carattere generale e in quelli settoriali,...

Acque reflue: salici e cannucce di palude riducono inquinanti organici e composti farmaceutici negli impianti di trattamento. Studio dell’Università di Pisa e dell’Istituto di Scienze della Vita del Sant’Anna

Dal mondo vegetale può arrivare un valido aiuto per ridurre la concentrazione di inquinanti organici e composti farmaceutici negli impianti di...