Master universitari della Scuola Sant’Anna: lunedì 8 febbraio inaugurazione (blended) con la vice ministra agli affari esteri Del Re. Dai diritti umani all’economia circolare, alle scienze mediche, 11 corsi con studentesse e studenti da tutto il mondo

Cerimonia di apertura per l’anno accademico 2020 / 2021 degli 11 Master universitari (quattro di primo livello e sette di secondo livello) della Scuola Superiore Sant'Anna. Lunedi 8 febbraio dalle ore 9.00 l’aula magna ospita in modalità blended (mista) la giornata inaugurale di questi corsi, alcuni dei quali hanno già iniziato o stanno per iniziare l’attività didattica e che si ritrovano idealmente in questa giornata per dare il via alle lezioni.

La cerimonia di lunedì 8 febbraio prevede i saluti della rettrice Sabina Nuti e del prorettore all’alta formazione Claudio Passino, docente di cardiologia all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna. Al centro della giornata, l’intervento della vice ministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione internazionale Emanuela Claudia Del Re, per sottolineare l’importanza della formazione continua nel garantire la stabilità degli equilibri globali. “The Essence of Learning all life long in the new global equilibria”, come riporta il titolo originale di Emanuela Claudia Del Re. 

I Master universitari di primo e secondo livello della Scuola Superiore Sant'Anna sono frequentati (dati riferiti al 2018) da circa 150 tra studentesse e studenti, con una significativa percentuale (oltre il 30 per cento) in arrivo dall’estero, a conferma dell’elevato grado di internazionalizzazione che caratterizza anche questi corsi, progettati per approfondire le conoscenze e le competenze in settori innovativi e di particolare rilevanza strategica per il mondo produttivo e industriale, coprendo di fatto i settori di interesse scientifico e beneficiando dell’attività di ricerca condotta alla Scuola Superiore Sant'Anna. I temi oscillano dal marketing del vino italiano sui mercati internazionali, passando ai diritti umani e alla gestione dei conflitti, fino ad arrivare all’economia circolare e al management delle risorse ambientali e a un’ampia offerta per le scienze mediche, con particolare riferimento alla cardiologia, soltanto per citare alcuni esempi. Da sottolineare che la Scuola Superiore Sant'Anna è stata la prima istituzione universitaria a lanciare, nell’autunno 2020, il primo master universitario in lingua araba, su temi elettorali, per puntare a migliorare la gestione e la trasparenza dei procedimenti elettorali.

“Nonostante l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19, i nostri master universitari, come in generale tutti i corsi di alta formazione – sottolinea il prorettore all’alta formazione Claudio Passino - hanno continuato le attività di didattica e i tirocini nel rispetto dei protocolli di sicurezza, sfruttando al meglio le piattaforme tecnologiche messe a disposizione dalla Scuola Superiore Sant’Anna. Per il nuovo anno accademico le lezioni online si alterneranno a quelle in presenza, sulla base del calendario e delle indicazioni fissate per conciliare l’efficacia dell’attività formativa con le esigenze di salvaguardia della salute e della sicurezza”.

 Le allieve e gli allievi possono seguire la giornata collegandosi a: https://bit.ly/3te4s0N (Numero riunione: 174 928 4587 / Password: 778899)