STORIE DI TALENTI: SETTE ALLIEVI DELLA SCUOLA SANT’ANNA TRA I PROTAGONISTI DEL TEAM COORDINATO DALL’ISTITUTO DI BIOROBOTICA CHE HA PARTECIPATO A MBZIRC, COMPETIZIONE INTERNAZIONALE DI ROBOTICA

Michele Bersani, Alfredo Bochicchio, Andrea Boscolo Camiletto, Luca Cuoghi, Lorenzo Ferrini, Leonardo Lai, Emanuele Pallaoro. Sono loro (in rigoroso ordine alfabetico) i sette allievi della Scuola Superiore Sant’Anna che hanno fatto parte del team, coordinato dall’Istituto di BioRobotica, protagonista della competizione internazionale di Robotica denominata MBZIRC (Mohamed Bin Zayed International Robotics Challenge), che si è svolta ad Abu Dhabi dal 23 al 25 febbraio.

Gli allievi hanno contribuito allo sviluppo di droni in grado di afferrare degli oggetti e di interagire con essi grazie a un sistema di algoritmi di intelligenza artificiale basati sulla visione. Grazie ai dispositivi sviluppati, il team dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna ha conquistato il quarto posto nella competizione dedicata ai droni. Fondamentale in tal senso è stato proprio l’apporto degli allievi, molti dei quali alla prima esperienza in un contesto internazionale.

“Sono entrato a far parte del team a fine 2018 – racconta Leonardo Lai, Allievo del quinto anno che frequenta la Laurea Magistrale di Embedded Computing Systems – Il mio compito? Mi sono occupato principalmente di computer vision, la parte che permette al drone di riconoscere il bersaglio tramite la videocamera, e l’integrazione dei sistemi software”.

Per gli allievi, la partecipazione a MBZIRC ha rappresentato soprattutto l’opportunità di stabilire un contatto diretto con la ricerca scientifica portata avanti dai laboratori della Scuola, mettere in pratica le conoscenze teoriche apprese durante gli studi universitari, confrontarsi con chi da anni lavora nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico.

“È stata un’esperienza prima di tutto formativa – continua Leonardo Lai - perché abbiamo avuto modo di sperimentare sul campo strumenti di elaborazione immagini, machine learning, robotica. Il salto dalla teoria alla pratica ha richiesto uno sforzo collettivo del team, abbiamo unito le nostre competenze diverse e complementari.”

E la strada avviata dal team di MBZIRC, quella della connessione tra i laboratori di ricerca e gli Allievi, è destinata a proseguire. Lo stesso Lai infatti fa parte del team di ricerca coordinato dall’Human-Robot Interaction Area dell’Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione (TeCIP) e dall’Artificial Hands Area dell’Istituto di BioRobotica che si è qualificato alla competizione ANA Avatar XPRIZE, L’obiettivo stavolta è lo sviluppo di un sistema Avatar che trasporti i sensi, le azioni e la presenza dell’uomo in un luogo remoto in tempo reale.

Luca Cuoghi, laureando in space engineering, nei mesi precedenti alla competizione ha lavorato allo sviluppo a computer di un modello in 3D del drone. Questo gli ha permesso di conoscere a fondo le funzionalità del sistema e di svolgere, ad Abu Dhabi, il ruolo di pilota di sicurezza. “È stata un’esperienza stimolante – racconta - abbiamo lavorato intensamente e i risultati hanno superato le aspettative. Una bella dose di lavoro di squadra, tanta soddisfazione e la convinzione di poter fare molto meglio in futuro. Stiamo infatti pensando di creare un team per MBZIRC 2022, le competenze ci sono e abbiamo un anno di preparazione in più”.