HUMAN RIGHTS AND CONFLICT MANAGEMENT: NUMEROSE DOMANDE AL PRIMO TURNO DI SELEZIONE DEL MASTER ORGANIZZATO DALL'ISTITUTO DIRPOLIS (DIRITTO, POLITICA, SVILUPPO) DELLA SCUOLA SANT'ANNA

215 domande provenienti da quasi 40 paesi diversi: si è chiuso con questi dati più che positivi il primo turno di selezione del Master in Human Rights and Conflict Management, organizzato e gestito dall'Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna. Una grande affluenza che conferma il carattere internazionale acquisito dal Master, giunto alla diciasettesima edizione e capace di attrarre studiosi da ogni parte del mondo.

Il Master in Human Rights and Conflict Management si pone infatti come una palestra formativa che prepara i professionisti chiamati a gestire azioni e processi decisionali in grado di adattarsi ai vari contesti geopolitici. Attraverso un programma che alterna basi teoriche e formazione pratica, gli iscritti al Master saranno in grado di lavorare nell’ambito dei programmi e degli interventi promossi dalle organizzazioni regionali, nazionali, internazionali e dalle organizzazioni non governative per tutelare i diritti umani e prevenire, mitigare, risolvere i conflitti.

Adesso il Master in Human Rights and Conflict Management prevede una seconda fase di selezione, che scade il 18 settembre 2018. L’avvio del Master è fissato per il 14 gennaio 2019. Il programma è formato da circa 400 ore di lezioni in aule, da 480 ore di stage e dalla preparazione finale di un progetto scritto (project work). Sono previsti un massimo di 28 posti8 dei quali riservati a candidati provenienti da paesi al di fuori dell'Unione Europea.

Puoi trovare tutti i dettagli alla pagina del Master.
Scarica la Brochure.