“La Scuola per la scuola”, docenti e ricercatori dell’Istituto di Scienze della Vita del Sant'Anna donano banchi e materiale didattico a oltre 700 bambini di una scuola etiope

Persone prima che scienziati: così il team di ricerca della Scuola Superiore Sant'Anna, coordinato dal docente di genetica all’Istituto di Scienze della VitaMario Enrico Pè, impegnato in uno studio sul genoma delle coltivazioni nel nord dell'Etiopia, ha raccolto la richiesta di aiuto di una scuola locale e, dopo aver promosso una raccolta di fondi, nei giorni scorsi ha donato materiale per oltre 3mila euro, durante una missione di studio e ricerca, a cui ha preso parte anche Matteo dell’Acqua, ricercatore in genetica agraria all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna. A ottobre 2019 sono stati consegnati, meno di un anno dopo l’inizio della raccolta fondi, resa possibile grazie alle donazioni ottenute con i proventi di un calendario fotografico, 140 nuovi banchi, 11 lavagne, sedie e materiale assortito (81 dozzine di quaderni, 10 risme di carta, 250 penne) in grado di aiutare e rendere più efficace l’attività didattica.

In Etiopia, la scuola del villaggio di Sisiye, nella regione di Amhara, una delle più povere nella provincia, è ancora in costruzione: un nuovo edificio si sta aggiungendo per far posto alla popolazione in aumento. Già adesso viene frequentata da 773 bambini e 32 insegnanti. Docentiricercatori e PhD student dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna sono entrati in contatto con l'amministrazione dell'istituto, durante una ricerca sul genoma del grano, condotta sugli altopiani etiopi in collaborazione con Bioversity International. Una visita è bastata per rendersi conto delle condizioni delle aule e della scarsità di materiale scolastico, dando così l’inizio a un progetto di raccolta fondi da destinare all'istituto. Mario Enrico Pè e il suo gruppo - di cui fanno parte alcuni giovani etiopi che hanno concluso il PhD in Agrobiodiversity all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna, per poi rientrare in Etiopia e continuare così l'attività di ricerca - hanno confezionato un calendario con alcune delle più belle foto scattate durante la permanenza nello stato centro africano, in occasione delle missioni di studio e ricerca. Un anno dopo, a ottobre 2019 e con oltre 3mila euro raccolti, è arrivato il momento della consegna.

La scuola ha interrotto le lezioni per consegnare a docenti e ricercatori del Sant’Anna di Pisa attestati di ringraziamento, sul prato si sono raccolti bambini e genitori provenienti da tutta la provincia. Seyoum Gelaw, il preside dell'istituto che ha ricevuto il materiale ha commentato: “La Scuola Superiore Sant'Anna ha fatto un lavoro incredibile per la nostra scuola, speriamo davvero di continuare a lavorare insieme. Indipendentemente dal grande aiuto che ci state dando (riferito al gruppo di Mario Enrico Pè, NdR) avervi qui nella nostra scuola ci rende molto felici”.

“E' un contributo che noi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa abbiamo deciso di dare alla comunità con la quale ormai interagiamo da una decina di anni – ha commentato Mario Enrico Pè – e, vivendo con loro un'esperienza di lavoro, si instaura anche dell'affetto e così quando si torna a casa si pensa se magari si può fare qualcosa per dare una mano. Una delle richieste che i bambini ci facevano con più frequenza era quella di penne e quaderni, abbiamo pensato di sfruttare alcune foto che abbiamo scattato negli anni, così è nata l'iniziativa ‘La Scuola per la scuola’, la raccolta fondi che adesso è giunta a destinazione con la consegna del materiale”.