La valutazione della performance delle Residenze Sanitarie Assistenziali RSA per Anziani da parte del Laboratorio MeS Management e Sanità dell'Istituto di Management della Scuola Sant'Anna

Il sistema di valutazione delle performance della sanità sviluppato dal Laboratorio Management e Sanità dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna coinvolge anche i servizi sociosanitari, tra cui le Residenze Sanitarie Assistenziali per la Regione Toscana. Il progetto coinvolge un terzo delle 100 RSA toscane (103 in totale) che volontariamente aderiscono per il triennio 2018-2020 al sistema di valutazione. Il responsabile scientifico del progetto è Sara Barsanti, coadiuvata da un gruppo di borsisti e collaboratori del Laboratorio MeS Management e Sanità.

La Scuola Sant’Anna ha ospitato il primo incontro del 2019 che ha coinvolto oltre 100 operatori e responsabili delle strutture aderenti che si sono confrontati per misurare e monitorare la qualità e la sostenibilità dei servizi residenziali offerti agli ospiti. Il percorso di ricerca prevede la validazione e la costruzione di un set di indicatori che hanno l’obiettivo di confrontare le strutture sull’organizzazione dei servizi (comprese ad esempio le attività ricreative), la qualità clinica offerta (ad esempio, la soddisfazione ed esperienza dei pazienti e dei familiari (con riferimento ad esempio alla percezione sulla sicurezza, sul comfort, sulle attività quotidiane e sulla relazione con gli operatori), nonché quella dei professionisti in termini di clima organizzativo e, infine, la sostenibilità economica.

L’incontro ha dato l’avvio alla validazione degli indicatori e raccolta dati di valutazione per il triennio 2018-2020, nonché ad un confronto sul tema dell’accreditamento delle strutture. Il sistema di valutazione sviluppato del Laboratorio MeS comprende oltre 80 indicatori su cui le RSA si confronteranno, evidenziando i punti forza e le eventuali criticità della loro assistenza. Il progetto rappresenta uno percorso innovativo sia dal punto di vista dei manager locali e regionali, in quanto fornisce indicazioni su come poter migliorare tali servizi, sia dal punto di vista della ricerca, in quanto sono poche le realtà che raccolgono dati simili a livello di struttura e di percorso, consentendo ricerche sempre più vicine alle logiche di creazione di valore sociale per la comunità.