LE TECNOLOGIE MEDICALI DEL FUTURO IN MOSTRA AL TECHNOLOGY HUB, DAL 17 AL 19 MAGGIO A MILANO, CON IL CONTRIBUTO DELL’ISTITUTO DI BIOROBOTICA DELLA SCUOLA SANT'ANNA CHE PRESENTA LE TECNOLOGIE INDOSSABILI PER AGEVOLARE IL MOVIMENTO

Tre giorni per assistere da vicino alle nuove frontiere della tecnologia medicale. A Milano, presso MiCo (Fiera Milano Congressi), dal 17 al 19 maggio, è in programma il Technology Hub – L’evento professionale delle tecnologie innovative, che mette in mostra le ultime tecnologie del settore medicale: esoscheletri indossabili per l’ausilio alla camminata, robot in grado di supportare i medici e i fisioterapisti nella riabilitazione post-trauma, protesi robotiche all’avanguardia per assistere persone colpite da disabilità in scenari di vita quotidiana, modelli innovativi di tele riabilitazione domiciliare, laboratori tecnologici con ambienti di realtà virtuale semi-immersivi, per consentire un coinvolgimento attivo durante l’esercizio riabilitativo.

E, tra i vari enti di ricerca, università e aziende che partecipano all’evento, spicca la presenza dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna con il progetto europeo CYBERLEGs Plus Plus (acronimo di The CYBERnetic LowEr-Limb CoGnitive Ortho-prosthesiS Plus Plus), coordinato da Nicola Vitiello, che mira a validare la fattibilità economica e tecnologica di una protesi robotizzata, al fine di migliorare la mobilità di amputati trans-femorali e consentire loro di compiere le attività basilari della vita di tutti i giorni come camminare, salire e scendere le scale, sedersi.

CYBERLEGs è anche il simbolo della sinergia e della collaborazione tra eccellenze italiane e internazionali. Il progetto nasce infatti da un accordo tra l’Istituto di BioRobotica e la Fondazione Don Gnocchi, leader nell’ambito della riabilitazione e da sempre impegnata nelle attività di ricerca scientifica e di innovazione tecnologica (da gennaio 2018 il direttore scientifico della Fondazione è Maria Chiara Carrozza). Ed è proprio questo l’obiettivo di fondo di Technology Hub: favorire lo scambio di informazione e di idee in un ambiente dinamico e aperto al confronto. Sono molte infatti le realtà che partecipano attivamente alla fiera: Fondazione Don Gnocchi, EMAC, Healthy Reply, Humanware, Movendo, Microsoft, IIT e, appunto, Scuola Superiore Sant’Anna, unite per promuovere la riabilitazione del futuro: in un’epoca infatti di cronicizzazione delle situazioni patologiche e di invecchiamento crescente della popolazione, l’obiettivo comune è sviluppare una sanità sempre più efficace, personalizzata e sostenibile. È questo che cerca di proporre un evento come Technology Hub: far conoscere ai cittadini, alla sanità pubblica, alle aziende private le ultime tecnologie del settore medicale per consentire la diffusione di terapie riabilitative in linea con le nuove esigenze sociali.

Guarda sulla pagina Facebook "Fiera Technology Hub" il video realizzato allo stand dell'Istituto di BioRobotica, dove si presenta CYBERLEGs Plus Plus.