“PISA ACCOGLIE IL TALENTO” (in tutta SICUREZZA) È IL BENVENUTO ALLE studentesse e agli STUDENTI IMPEGNATI IN PRESENZA NEL CONCORSO DI AMMISSIONE AL SANT’ANNA E ALLA NORMALE, CON LA PARTECIPAZIONE DELL’UNIVERSITA’ DI PISA

"Pisa accoglie il talento” è il programma di benvenuto alle studentesse e agli studenti che affrontano, in presenza e nella massima sicurezza, le prove scritte e orali del concorso di ammissione alla Scuola Superiore Sant’Anna e alla Scuola Normale Superiore. “Pisa accoglie il talento” è promosso in collaborazione con l’Università di Pisa e ha ricevuto il sostegno di fondazioni culturali, realtà imprenditoriali e turistiche della città.

L’obiettivo è accogliere le studentesse e gli studenti di alto merito che, dall’ultima settimana di agosto, dopo aver affrontato la selezione online tramite il test TOLC organizzato dal consorzio Cisiasono impegnati nella prova di selezione in presenza per la Scuola Superiore Sant’Anna, valorizzando così questo primo momento di incontro con la città. Grazie a “Pisa accoglie il talento” è possibile evidenziare le capacità di offerta del sistema universitario pisano e mostrare tutte le opportunità che Pisa può offrire, durante il percorso di studio. Le candidate e i candidati all’ammissione alla Scuola Normale Superiore svolgono come di consueto le prove orali a Pisa, in presenza. Le prove sono iniziate lunedì 24 per la Classe di Scienze, mentre lunedì 31 riguardano la Classe di Lettere e il lunedì successivo quella di Scienze Politiche e Sociali, con oltre 300 tra studentesse e studenti da tutta Italia. 

Alle prove scritte della Scuola Superiore Sant’Anna sono attesi, scaglionati in varie giornate nel rispetto di tutte le procedure di sicurezza, centinaia di studentesse e studenti che hanno superato la preselezione online per la Classe di Scienze Sociali (Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche) e per quella di Scienze Sperimentali (Ingegneria Industriale e dell’Informazione, Scienze Agrarie e Biotecnologie Vegetali) o che, per Scienze mediche, hanno presentato direttamente domanda per il concorso di ammissione. Le prove scritte per la Scuola Superiore Sant’Anna si svolgono tra il palazzo dei congressi e una struttura alberghiera (l’Hotel Galilei) dove sarà garantita la distanza tra le candidate e i candidati durante lo svolgimento delle prove e, soprattutto, dove sarà possibile attuare tutte le misure di contenimento del virus responsabile del Covid-19, per garantire la salute e la sicurezza di coloro che, a vario titolo, sono impegnati nel concorso di ammissione, dai docenti, ricercatori, ricercatici che fanno parte delle Commissioni fino allo staff, ai genitori e agli accompagnatori, chiamati al rispetto di precise norme di comportamento.

Le prove orali sono il passo successivo (l’ultimo) del concorso di ammissione per selezionare i 60 tra allieve e allievi di primo e secondo livello, che iniziano alla fine di settembre il percorso di formazione alla Scuola Superiore Sant’Anna, e sono programmate in diverse sedi della Scuola, dove è atteso un numero più contenuto di studentesse e di studenti, rispetto a quanti saranno impegnati negli scritti. Anche tutte le prove orali si svolgeranno nella massima sicurezza, seguendo le linee guida di #IoTornoAlSantAnna, il documento che regola la ripresa di tutte le diverse attività in presenza.

Le iniziative del programma “Pisa accoglie il talento” sono state pensate per far sentire le studentesse e gli studenti in arrivo a Pisa per partecipare alle prove in presenza del concorso di ammissione alla Scuola Superiore Sant’Anna e alla Scuola Normale Superiore come attesi e benvenuti.

L’intento è ampliare il più possibile il numero di studentesse e studenti di talento che decidono di svolgere il percorso formativo universitario a Pisa, non soltanto in qualità di allieve e allievi del Sant’Anna e della Normale, ma come studentesse e studenti dell’ateneo pisano. L’Università di Pisa contribuisce a questo programma di benvenuto fornendo informazioni sulla propria offerta formativa e sulle relative procedure di immatricolazione, grazie alla presenza di un angolo informativo  Matricolandosi ad alcune sessioni del concorso di ammissione, ad esempio a quella di mercoledì 26, per la prima sessione di prove scritte del concorso per il Sant’Anna.

Malgrado l’emergenza da Covid-19, “Pisa accoglie il talento” vuole offrire qualche occasione per conoscere il patrimonio artistico e culturale di Pisa. Ad esempio, durante il concorso di ammissione restano a disposizione delle studentesse, degli studenti e delle rispettive famiglie servizi a tariffa agevolata per il soggiorno in strutture alberghiere convenzionate e per vedere Pisa dall’alto, grazie al percorso in quota sulle mura cittadine.    

A proposito di agevolazioni, anche per il 2020 è disponibile da parte delle due Scuole universitarie il rimborso delle spese sostenute per partecipare alle prove in presenza a Pisa, per la Normale sulla base della località di provenienza, per il Sant’Anna sulla base del reddito familiare. E’ un modo concreto per dimostrare sostegno alle famiglie e per garantire alla formazione universitaria della Scuola Normale Superiore e della Scuola Superiore Sant’Anna – fin dal concorso di ammissione – pari opportunità per tutti, oltre che per confermare il ruolo di “ascensore sociale”, che valorizza il talento e riconosce il merito, in maniera indipendente rispetto al contesto socio familiare di provenienza.

L’obiettivo generale del programma “Pisa accoglie il talento” è mostrare i vantaggi di studiare in una città ricca di stimoli culturali e di offerte formative di eccellenza e che garantiscono il rispetto delle norme di salute e di sicurezza per il contenimento del virus responsabile della pandemia da Covid-19.

“In questo momento così delicato per il Paese – commenta Sabina Nuti, rettrice del Sant’Anna - è fondamentale puntare sul merito e sul talento. Essere ammessi alle prove di scritte di selezione per l’ammissione alla Scuola Superiore Sant’Anna come alle prove orali della Scuola Normale Superiore è già un grande risultato per queste studentesse e per questi studenti che arrivano da tutta Italia e che Pisa accoglie in sicurezza, sperando che decidano di iscriversi all’Università di Pisa, anche se non dovessero riuscire ad entrare al Sant’Anna o alla Normale”.  

“Ringraziamo la Scuola Superiore Sant’Anna per l’invito a un evento di enorme prestigio”, sottolinea Alberto Landi, presidente della Scuola interdipartimentale di Ingegneria dell’Università di Pisa, che ha portato il saluto dell’ateneo in occasione della prima prova scritta in presenza, dedicata proprio a Ingegneria, e della giornata di apertura per “Pisa accoglie il talento”. “Essere qui ad accogliere i ragazzi più promettenti negli studi – continua il prof. Alberto Landi - è un segnale ancora più importante in un periodo tanto travagliato e carico di incertezza. L’Università di Pisa ha lanciato una nuova iniziativa con i Tutorati di Accoglienza per aiutare le matricole a iniziare nel modo migliore la formazione universitaria: i protagonisti saranno proprio i ragazzi e abbiamo fiducia che i giovani talenti, che entreranno al Sant’Anna, ma anche quelli che non verranno selezionati, ci aiuteranno a costruire insieme un tessuto universitario sempre più stimolante e innovativo”.

In copertina: immagine di archivio riferita alle prove orali di un precedente concorso di ammissione alla Scuola Superiore Sant’Anna.