Riabilitazione e tecnologie biomediche: venerdì 2 dicembre workshop a Volterra, partecipano ricercatori dell'Istituto di BioRobotica del Sant'Anna

Come utilizzare la robotica nella riabilitazione neurologica? E quali sono i modelli e le applicazioni innovative di tele-monitoraggio e tele-riabilitazione?

Sono questi due dei temi principali che verranno affrontati nel workshop “Tecnologie biomediche in riabilitazione”, in programma venerdì 2 dicembre presso la Scuola Internazionale di Alta Formazione (SIAF) di Volterra e organizzato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e dal Centro di Riabilitazione Auxilium Vitae.

Il workshop rientra nelle attività della Fondazione Volterra Ricerche e del Laboratorio di Biongegneria della Riabilitazione, coordinato da Stefano Mazzoleni, ricercatore dell’Istituto di BioRobotica, ed è l’occasione per un confronto costruttivo tra ricercatori e esperti clinici sull’utilizzo delle tecnologie biomediche nel campo della riabilitazione. L’obiettivo è quello di rafforzare il legame già esistente tra ricerca scientifica biomedicale e pratica clinica, e fare il punto sulla situazione attuale e sulle prospettive future.

L'evento è accreditato ECM (6 crediti) ed è rivolto soprattutto a medici specialisti in Medicina riabilitativa, Pneumologia, Neurologia Fisiatria, Cardiologia; a infermieri, fisioterapisti, logopedisti, tecnici di neurofisiopatologia e psicologi. Il workshop è gratuito, è richiesta la conferma di partecipazione da inviare per e-mail a: t.deri@riabilitazione-volterra.it o via fax al numero 0588/070226.