LA TECNOLOGIA E LA ROBOTICA AL CENTRO DELLE NUOVE SFIDE IN RIABILITAZIONE. A ROMA IL CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE DON GNOCCHI CON IL CONTRIBUTO DELL’ISTITUTO DI BIOROBOTICA

Le nuove sfide della riabilitazione sono al centro del convengo “La tecnologia e la robotica in riabilitazione”, organizzato dalla Fondazione Don Gnocchi per venerdì 19 gennaio a Roma (Centro Congressi Auditorium Aurelia) che vede come relatori, tra gli altri, Maria Chiara Carrozza e Stefano Mazzoleni, rispettivamente docente e ricercatore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna.

Il convegno è l’opportunità per fare il punto su come la tecnologia e la robotica abbiano dato nuovi impulsi e soluzioni alla riabilitazione, consentendo di sperimentare e di avviare sistemi innovativi di trattamento a supporto della riabilitazione convenzionale. Durante il convegno è prevista la presentazione dei risultati ottenuti dal progetto di "studio multicentrico" della Fondazione Don Gnocchi, che ha permesso ai suoi numerosi centri di contare su strumenti tecnologici e su sistemi robotici capaci di garantire adeguata intensità di trattamento, maggiore oggettività, standardizzazione, misurazione dei risultati e, soprattutto, sostenibilità di trattamenti avanzati e tecnologici offerti a un numero elevato di pazienti.

Alcuni dei temi principali del convegno sono le evidenze scientifiche e le basi neurofisiologiche a sostegno della riabilitazione tecnologica e robotica; le prospettive economico-sanitarie di un nuovo modello riabilitativo mediato dalla tecnologia e dalla robotica; i risultati dello "studio multicentrico" sulla riabilitazione robotica e tecnologica dell’arto superiore nello "stroke".

“La tecnologia e la robotica in riabilitazione” coincide come la prima partecipazione di Maria Chiara Carrozza come direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi.

Qui per consultare il programma del convegno.