ROBOTICA UMANOIDE: IN ARRIVO I ROBOT-SENTINELLA PER SORVEGLIARE LE PISTE CICLABILI DI PRATO. AL VIA IL PROGETTO CHE COINVOLGE L'ISTITUTO DI BIOROBOTICA DELLA SCUOLA SANT'ANNA

Si chiamano “B-Ghiro Sitter” e hanno il compito di sorvegliare le piste ciclabili lungo il fiume Bisenzio, nel comune di Prato. Sono i due nuovi robot progettati dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna che rappresentano il primo modello europeo di video-sorveglianza all’aperto in luogo pubblico da parte di robot umanoide.
È questa la nuova frontiera di ricerca lanciata all’interno del progetto Riversibility, per la riqualificazione del Parco Fluviale e lo sviluppo della tecnologia 5G, cofinanziato dal Comune di Prato e dalla Regione Toscana e che coinvolge il team di ricerca dell'Istituto di BioRobotica guidato dal ricercatore Filippo Cavallo. I due robot-sentinella hanno le sembianze di due orsetti e si muoveranno lungo le piste ciclabili con un monitor interattivo al posto della pancia. Le immagini catturate dalle telecamere integrate nei robot saranno collegate con tutte le centrali operative delle forze dell’ordine per il primo caso di video-sorveglianza mobile all’aperto. I “B-Ghiro sitter” superano infatti i limiti delle telecamere fisse e offrono un maggior controllo del territorio, aumentando il livello di sicurezza anche in luoghi non facilmente accessibili. Sfruttando una tecnologia Cloud, i robot potranno essere teleguidati in remoto da operatori (polizia municipale o personale addetto alla sicurezza dell’area), oppure agiranno autonomamente all’interno dell’area del parco fluviale.

I "B-Ghiro Sitter" entreranno in funzione tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre. Nella prima fase sperimentale del progetto i robot si muoveranno nella zona del Serraglio poi l’obiettivo è quello di allargare il raggio d’azione per un controllo più capillare del territorio. E se quella della video-sorveglianza è la funzione prioritaria, i due robot avranno anche altri compiti, come ad esempio, le relazioni con il cittadino e le informazioni turistiche in lingua italiana e inglese (e poi anche cinese), l’ausilio ai cittadini svantaggiati (anziani e disabili), come sistemi di guida per non vedenti, avvisi di pericolo per bambini, supporto per utenti con ridotta deambulazione. In quest’ottica i robot saranno dotati di un touchscreen che consentirà ai cittadini di ottenere informazioni dai robot e di avere un contatto diretto con gli uffici della pubblica amministrazione.