Ateneo

Statuto e fonti interne

Codice Etico

Il Codice Etico della Scuola Superiore Sant'Anna è stato elaborato dalla Commissione incaricata dal Senato Accademico, composta da Anna Loretoni, Presidente del Comitato Pari Opportunità, supportata da Emanuele Rossi, Preside della Classe di Scienze sociali, Dino Trenta, responsabile dell'Ufficio legale e Elettra Stradella.
Il testo prodotto ricalca le peculiarità della Scuola Superiore Sant'Anna e sottolinea la centralità dell'esistenza di una comunità solidale all'interno della quale opera una realtà di tipo collegiale, della promozione del merito quale primario valore costituzionale e quale fondamentale strumento di mobilità sociale, della fertile e permanente intersezione tra formazione e ricerca e della valorizzazione delle differenze.
Il Codice è suddiviso in tre parti: destinatari e finalità, regole di condotta, organi e strumenti di attuazione. In questa ultima sezione si istituisce un Comitato garante, che verifica e comunica l'attuazione del Codice anche attraverso gli strumenti della rendicontazione sociale, e si introduce la figura del Consigliere di fiducia, organo esterno con funzioni di assistenza, ascolto, mediazione e conciliazione. 

Codici di condotta

Il Codice di comportamento della Scuola Superiore Sant'Anna integra e specifica il Codice di comportamento nazionale adottato con D.P.R. 16 aprile 2013 n. 62, ai sensi dell'art. 54 del D.Lgs. 165/2001.
Il Codice di comportamento nazionale definisce "i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta che i pubblici dipendenti sono tenuti ad osservare".


Nell'adottare il Codice la Scuola ha inteso salvaguardare e conservare un ulteriore strumento già vigente dall'anno 2010 per la "comunità Scuola", ovvero il Codice Etico. Occorre considerare che tra le regole di condotta disciplinate dal Codice Etico sono annoverate le fattispecie di "abuso di potere", "trasparenza, imparzialità e integrità", "nepotismo e favoritismo", "tutela del nome e della reputazione della Scuola", "conflitto di interessi".


Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del comparto università per il quadriennio normativo 2006-2009 e il biennio economico 2006-2007