Ateneo

Governance

Comitato unico di garanzia Mail:  cug.santanna@santannapisa.it

Comitato Unico di Garanzia - CUG

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni nel lavoro (CUG) è stato istituito dall'art. 57 del D.Lgs. 165/2001, come modificato dall'art. 21 della Legge n. 183/2010 ed in conformità dell'art. 33 dello Statuto della Scuola.
Il CUG sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i "Comitati per le pari opportunità" e i "Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing", costituiti in applicazione della contrattazione collettiva, dei quali assume tutte le funzioni previste dalla legge, dai contratti collettivi relativi al personale delle amministrazioni pubbliche o da altre disposizioni.

Il Comitato Unico di Garanzia è composto da un membro designato da ciascuna delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative nell'ambito dell'Amministrazione e da un pari numero di rappresentanti della Scuola in modo da assicurare nel complesso la presenza paritaria di entrambi i generi. Il Presidente del Comitato unico di garanzia è designato dalla Scuola.

Il Comitato Unico di Garanzia contribuisce ad ottimizzare la produttività del lavoro nella Scuola promuovendo la realizzazione di un ambiente caratterizzato dal rispetto dai principi di pari opportunità, di benessere organizzativo e dall'assenza di qualsiasi forma di discriminazione, diretta ed indiretta, dovuta a:

  • genere;
  • età anagrafica;
  • disabilità;
  • origine etnica;
  • lingua;
  • opinioni politiche;
  • orientamento sessuale.

Il Comitato Unico di Garanzia promuove interventi diretti ad agevolare la conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi familiari. Per pianificare le forme di sostegno da attivare, il Comitato ha promosso nel 2014 un'indagine sulla necessità di cura per bambini, anziani e persone non autosufficienti, realizzata grazie alla disponibilità dei dott. Fabrizio Alboni e Maria Vittoria Sardella, assegnisti dell'Istituto di Economia e disponibile negli allegati.


PREMIO PAOLO BORA - SECONDA EDIZIONE 2021

L’associazione Casa della Donna di Pisa, con il sostegno delle sorelle e delle figlie di Paola Bora, della Provincia di Pisa e dei Comitati Unici di Garanzia per le Pari Opportunità (Cug) della Scuola Normale Superiore, dell'Università di Pisa, della Scuola Superiore Sant’Anna e con il patrocinio della Società Italiana delle Storiche e della Società Italiana delle Letterate, bandisce la seconda edizione del Premio “Paola Bora” da assegnare a tesi di laurea e a tesi di dottorato (Ph.D.) dedicate a tematiche inerenti gli studi di genere.
Il Premio vuole ricordare la figura di Paola Bora, presidente della Casa della donna dall’aprile 2011 fino alla sua scomparsa avvenuta il 24 gennaio 2015. Paola Bora, oltre che attivista femminista, è stata docente di antropologia filosofica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e di antropologia di genere presso l’Università di Pisa. Nella vita e nello studio ha saputo coniugare pensiero teorico e pratica politica con uno sguardo sempre attento al nuovo.

ARTICOLO 1

Nel nome di Paola Bora l’associazione Casa della donna intende premiare e valorizzare tesi di laurea e dottorato (Ph.D.) inedite e dedicate a tematiche di genere nelle discipline filosofiche, storiche, antropologiche, letterarie su argomenti relativi a periodi compresi tra l’Antichità e l’Età Contemporanea.

ARTICOLO 2

Il Premio si compone di due categorie come di seguito specificato:

  1. categoria tesi di laurea: assegnazione di un Premio di importo pari a 3mila euro (importo al lordo di eventuali oneri fiscali) a laureata/o presso le Università italiane che abbia discusso una tesi di laurea su temi inerenti gli studi di genere e abbia conseguito il diploma di laurea magistrale o specialistica o quadriennale in Filosofia, Storia, Antropologia, Letteratura da non più di tre anni alla data di scadenza del presente bando.
  2. categoria tesi di dottorato: assegnazione di un Premio di importo pari a  6mila euro (importo al lordo di eventuali oneri fiscali) a dottoressa/dottore di ricerca che abbia discusso presso le Università italiane una tesi su temi inerenti gli studi di genere in Filosofia, Storia, Antropologia, Letteratura e abbia conseguito il titolo da non più di tre anni alla data di scadenza del presente bando.

È esclusa la partecipazione ad entrambe le categorie del Premio.

ARTICOLO 3

Per partecipare al Premio la/il candidata/o dovrà inviare la domanda di partecipazione (in carta libera, datata e firmata) corredata dei seguenti documenti:

  • fotocopia di un documento d’identità valido;
  • curriculum vitae et studiorum (datato e firmato);
  • certificato di laurea, certificato di dottorato o di percorsi post-laurea in carta semplice;
  • copia della tesi di laurea o dottorato in formato cartaceo (la copia dovrà essere rilegata e verrà depositata presso la Biblioteca “Anna Cucchi” della Casa della donna) nonché in formato  elettronico non modificabile (pdf) da trasmettere via email secondo le modalità ed entro il termine di cui all’art. 4;
  • sintesi della tesi (massimo tre pagine in formato pdf);
  • presentazione della/del candidata/o da parte della/del relatrice/relatore o correlatrice/correlatore con attestazione circa l’opera personale della/del candidata/o nello svolgimento della tesi.

ARTICOLO 4

La domanda di partecipazione, corredata di tutta la documentazione di cui all’art. 3, dovrà essere inviata per posta raccomandata A/R, a pena di inammissibilità, entro e non oltre il 15 novembre 2021 a: Associazione Casa della donna, via Galli Tassi 8 - 56126 Pisa. Sulla busta dovrà essere specificata la dicitura “Premio Paola Bora”.

La copia della tesi di laurea o dottorato in formato elettronico non modificabile (pdf) dovrà essere inviata per email a segreteria@casadelladonnapisa.it entro la stessa scadenza del 15 novembre 2021, a pena di inammissibilità.

ARTICOLO 5

La Commissione che valuterà gli elaborati sarà composta da rappresentanti dell’associazione Casa della donna, della Scuola Normale Superiore, dell'Università di Pisa, della Scuola Superiore Sant’Anna, della Società Italiana delle Storiche, della Società Italiana delle Letterate ed esperte/i in studi di genere nelle discipline filosofiche, storiche, antropologiche e letterarie.

A questo link la composizione della Commissione per la seconda edizione del Premio.

ARTICOLO 6

I due premi saranno assegnati con cerimonia pubblica che si svolgerà a marzo 2022 a Pisa, presso la Scuola Normale Superiore.

ARTICOLO 7

Il presente bando è pubblicato sul sito dell’associazione Casa della Donna di Pisa nonché sui siti istituzionali dell’Università di Pisa, della Scuola Normale Superiore e della Scuola Superiore Sant’Anna. Il bando sarà diffuso all’interno dei canali di informazione della rete universitaria.

Per ulteriori informazioni: segreteria@casadelladonnapisa.it, 050 550627.