Boeing e la Scuola Sant'Anna premiano gli studenti vincitori del programma STEM 4 Future: a Pisa l’evento conclusivo della seconda edizione del programma CSR. Coinvolte 7 scuole superiori e 198 studenti

Pisa ha ospitato l’evento conclusivo della seconda edizione di STEM 4 future, il progetto educativo promosso da Boeing Italia, ideato e coordinato da ScuolAttiva Onlus in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna. In totale, 7 scuole superiori e 198 studenti di età compresa tra i 16-18 anni, provenienti da tutta Italia, hanno partecipato al programma. In particolare, tre scuole di Roma (Liceo Scientifico e Linguistico IIS Croce – AleramoLiceo Classico Immanuel KantLiceo Classico Plauto), tre di Milano (Liceo Scientifico Donatelli PascalLiceo Classico Giosuè CarducciLiceo Scientifico Vittorio Veneto) e una di Pisa (Liceo Scientifico Ulisse Dini).

Il grande evento di chiusura, ospitato nel campus della Scuola Superiore Sant’Anna e poi al Polo Fibonacci dell’Università di Pisa, ha visto la premiazione degli studenti al termine di un anno accademico in cui hanno avuto l'opportunità di essere attivamente impegnati in sessioni di robotica e intelligenza artificiale. Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato, tra gli altri, Gaetana Morgante, Delegata all’Orientamento, per conto di Sabina Nuti, Rettrice; Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia; Simona Frassone, Presidente di ScuolAttiva Onlus; Alberto Mazzoni, Coordinatore del Progetto Orientamento dell’Istituto di BioRoboticaAntonio Frisoli, Responsabile dell'area Human-Robot Interaction dell’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, Informazione, Percezione).

“In un mercato in rapida evoluzione e con l'emergere di nuove tecnologie, i principi STEM stanno diventando sempre più importanti”, ha dichiarato Antonio De Palmas, Presidente di Boeing Italia. “Per questo motivo, abbiamo bisogno di iniziative come STEM 4 future per ispirare e formare i nostri futuri leader”.

“STEM 4 future ha un forte impatto in termini di orientamento alla scelta universitaria – afferma Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant'Anna - e il progetto rispecchia il modello di orientamento che la Scuola promuove da tempo. Nella seconda edizione l’attenzione è posta anche al tema della mobilità sociale e del merito. Diffondere questo tipo di azione anche in territori più periferici, dare l’opportunità a ragazzi in gamba di avvicinarsi alle materie scientifiche è un obiettivo fondamentale per STEM 4 future e la Scuola Superiore Sant’Anna”.

Tra ottobre 2018 e maggio 2019, i 198 studenti che hanno aderito all’iniziativa STEM 4 future, affiancati e sostenuti dai ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, hanno realizzato un percorso di formazione di oltre 80 ore, per sviluppare competenze relative alla programmazione di un robot. Il primo modulo è stato incentrato sulla robotica, dove gli studenti hanno lavorato con il robot Thymio e hanno appreso diversi linguaggi di programmazione, mentre il secondo modulo ha avuto come focus l’Intelligenza Artificiale.

Durante questo percorso, gli studenti hanno potuto scrivere un algoritmo per definire il comportamento dei robot, discutere criticamente i rischi e le opportunità derivanti dall’uso della robotica e della tecnologia dell’Intelligenza Artificiale e partecipare attivamente ai Career Days. Hanno inoltre preso parte a laboratori di formazione in varie scuole primarie, formando circa 1.000 ragazzi dagli 11 ai 13 anni.

STEM 4 future è un progetto educativo creato per incentivare la conoscenza e l’interesse delle generazioni più giovani verso le materie scientifiche, oggi comunemente riconosciute sotto l’acronimo inglese STEM (ScienceTechnologyEngineering and Maths). L’edizione di quest’anno si arricchisce con l’inserimento del modulo di Intelligenza Artificiale coordinato dall’Istituto TeCIP (Tecnologie della Comunicazione, Informazione, Percezione).

In copertina: momento della cerimonia conclusiva dell’edizione 2018, nell’aula magna della Scuola Superiore Sant’Anna (foto di archivio)