VALORIZZARE IL TALENTO DEI GIOVANI. LA SCUOLA SANT’ANNA COLLABORA ALLA PRIMA EDIZIONE DELL’INTERNATIONAL STEM AWARDS PARTECIPANDO AGLI ORGANI DELLA CHALLENGE. PREMIAZIONE SABATO 14 MARZO AL POLITECNICO DI MILANO ALLA DIGITAL WEEK

I giovani sono la più grande risorsa del nostro tempo: è fondamentale mobilitarli, ispirarli ed educarli ai problemi attuali per un futuro sostenibile ed etico. E’ per questo motivo che la Scuola Superiore Sant’Anna, sensibile per i propri fini istituzionali allo sviluppo del talento ha accolto con piacere l’opportunità di partecipare all’International STEM Awards, grazie alla disponibilità di Antonio Frisoli, docente dell’Istituto TeCIP (Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione) e coordinatore dell’area di Human-Robot Interaction del Laboratorio Percro, che farà parte del Comitato Scientifico e di Daniele Leonardis, ricercatore della medesima area, che farà parte della giuria per l’individuazione delle proposte più meritevoli nell’ambito della challenge.

International STEM Awards è una piattaforma internazionale che offre ai giovani l’opportunità di mostrare il proprio talento, coltivare la propria passione per le materie STE(A)M (Science, Technology, Engineering (Arts) and Maths) e valorizzare le proprie competenze in una community internazionale, trattando temi globali di grande attualità, quali la sostenibilità, l’energia e l’ambiente, le life science e lo spazio.

La novità della challenge  International STEM Awards risiede nel fatto che i progetti proposti saranno molto diversi tra loro, perché realizzati da giovani con competenze ed età molto diversificate e soprattutto con un background culturale e sociale completamente diverso, ma affronteranno i temi in una logica di condivisione e di comunione.

I temi trattati, possono essere declinati usando le applicazioni conosciute (software, robotica, intelligenza artificiale...) e in base agli interessi, alle esperienze dei partecipanti offrendo infiniti spunti e interpretazioni per la realizzazione dei progetti: risparmio energetico, riciclo, riduzione dell’impatto dell’uomo sul pianeta, soluzioni per rendere le città più vivibili, progettare edifici efficienti, migliorare la qualità del cibo … e molto altro ancora.

Giovani dai 7 ai 25 anni si sono iscritti sul  sito internazionale per sviluppare progetti con un approccio che richiede competenze trasversali, inclusione, gender equality, capacità di lavorare in squadra, uso dell’inglese e capacità di fare network a livello internazionale. Ora tocca a loro cimentarsi per cercare di guadagnarsi il podio nella challenge. La premiazione in occasione della Digital Week, sabato 14 marzo 2020, al Politecnico di Milano – Bovisa dove giovani, appassionati, scuole e università da diversi paesi si incontreranno per condividere idee e passioni. In bocca la lupo a tutti i concorrenti.