LOTTA ALLA CORRUZIONE: PRESENTATI ALLA SCUOLA NAZIONALE DELL’AMMINISTRAZIONE I RISULTATI DEL PROGETTO LEI (LEGALITA’, ETICA, INCLUSIONE: PER UN SISTEMA EFFICIENTE E PARTECIPATO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE NELLA PA). PROPOSTI TRE "POLICY PAPERS"

Sono stati presentati alla Scuola Nazionale dell’Amministrazione i risultati del progetto “LEI (Legalità, Etica, Inclusione: per un sistema efficiente e partecipato di prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione), coordinato da Gaetana Morgante, docente di Diritto Penale e direttrice dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna, insieme a Giuseppe Di Vetta, assegnista di ricerca in diritto penale dell’economia, e a un ampio gruppo dell’Istituto composto da Giuseppe Martinico, docente di Diritto Pubblico Comparato; Elena Vivaldi e Giacomo Delledonne, entrambi ricercatori in Diritto Costituzionale; Andrea Blasini, assegnista di ricerca in Diritto Amministrativo; Alberto Pirni, docente di Filosofia Morale; e da Francesco Testa e Anna Maria Murante, rispettivamente docente di Economia e Gestione delle Imprese e oggi tecnologa e ricercatrice affiliata dell’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant'Anna. Il gruppo di ricerca ha proposto tre documenti di “policy papers” in materia di prevenzione della corruzione nei settori degli appalti pubblici, della sanità e dell’ambiente e integrato il piano formativo destinato ai funzionari pubblici delle Amministrazioni Centrali.

La Scuola Nazionale dell’Amministrazione si è impegnata a dare attuazione alle raccomandazioni del progetto LEI nei procedimenti che nel prossimo futuro la impegneranno nella sfida legata all’uso e alla corretta gestione delle risorse del Recovery Plan oltre che ad inserire nei propri programmi formativi quanto elaborato dal team della Scuola Superiore Sant’Anna.

“Si tratta di uno straordinario risultato che ha consentito di coniugare ricerca scientifica, applicata, formazione avanzata e terza missione confermando l’impegno della Scuola Superiore Sant’Anna a contribuire allo sviluppo e al progresso del sistema Paese”, sottolinea la coordinatrice del progetto, Gaetana Morgante. “Con il Progetto LEI – commenta Giuseppe Di Vetta – il team di ricerca tenta di offrire alle pubbliche amministrazioni nuovi strumenti e modelli concreti per rinnovare e potenziare le capacità di prevenzione dell’illegalità. Esigenza che è ora particolarmente avvertita nello scenario di attuazione del PNRR”.

Una sintetica presentazione del progetto è prevista venerdì 15 ottobre, nell’ambito del Business Integrity Forum che si svolge in modalità online ed è organizzato in collaborazione con Transparency International.